CORPUS contemporaneamente 2020-2022

 CORPUS
“Il progetto è vincitore dell’Avviso Pubblico Contemporaneamente Roma 2020-2021-2022, fa parte di Romarama 2020 il palinsesto culturale promosso da Roma Capitale ed è realizzato in collaborazione con SIAE”

Fra corpo robotico, corpo animale e corpo immateriale con quale corpo siamo al mondo nella nostra Città

“Voi non sapete cosa può il corpo” Spinoza

 Quale che sia la nostra religione o la nostra cultura, è con questo corpo che siamo al mondo; da qua comincia una riflessione scenica complice la pandemia che sta sconvolgendo il pianeta, regole civili ed etiche, politiche e commerciali, sulla possibilità attuale di ri-formulare l’essere un corpo fra i corpi, nei luoghi della nostra Città.

Roma stessa è pensata come un corpo, dissezionato e ricomposto nei suoi vari spazi urbani con un progetto che mette assieme in maniera originale l’azione artistica dal vivo con la creazione digitale.

Con CORPUS si propone un progetto che in maniera specifica gioca con lo statuto attuale del corpo considerato nelle sue possibili presenze – varie declinazioni artistiche nella relazione corpo-spazio – svolgendosi in maniera diffusa nella nostra Città, posto che è attraverso l’arte che l’essere umano posiziona il suo esserci nel mondo.

CORPUS è un allenamento collettivo all’azione, all’adesso e realizza una riflessione scenica sperimentale dis-locata nei luoghi della nostra Città per rappresentare una delle sfide della società moderna: con quale corpo possiamo abitare il mondo oggi e il tempo a venire? Ovvero, siamo in una sensory remapping?

CORPUS non è una rassegna, è una pista. Attraverso l’intersezione di varie azioni artistiche compresa la web performance, CORPUS pone la nostra Città come spazio e mappa diffusa di luoghi ideali di un progetto di esperienza artistica partecipativa che si sviluppa lungo due azioni: da una parte l’anatomia dei corpi secondo un piano performativo, l’allenamento e lo spettacolo del corpo, la relazionalità a distanza.

Dall’altra, la figurazione dei corpi, ovvero in quali tracce – luoghi, scene, documenti, figure – possiamo recuperare l’immagine del corpo che sempre ci doppia e ci osserva.

Proponiamo una lettura attuale delle tematiche del corpo sviluppando il tema in relazione ad alcuni luoghi urbani rappresentativi della nostra Città, nell’idea di contribuire a posizionare Roma come centro vitale della cultura contemporanea.

 CORPUS inoltre è green, nessuna struttura o impianto elettrico, soltanto il corpo dei performer in presenza e tramite web performance incontra il pubblico senza intenzione per dirla con Valery, nei luoghi urbani della Città.

CORPUS secondo una strategia immersiva del fare collettivo, mette in prova una riflessione sulle tecniche contemporanee di rappresentazione, compresi i dispositivi che svolgono la rielaborazione dei corpi.

Corpo in movimento tra diverse ipotesi artistiche, urbane, tecnologiche, che alla fine sempre ci riportano al tema teatrale dell’altro e del doppio, del corpo che ci appare e che si nasconde.

 Il progetto – che cita nel titolo un noto lavoro di Jean Luc Nancy – è dedicato al tema origine e destino dell’essere umano ovvero del corpo dell’essere umano, la necessità di una nuova relazione col mondo – persone, spazi, avvenimenti – considerata pure la situazione critica di global warning in cui ci troviamo e che l’emergenza COVID19 ci ha ricordato in maniera drammatica a tutti noi abitanti del pianeta nei suoi vari aspetti, dall’ etica all’ambiente, dalla vulnerabilità sociale alla disparità di genere, e via seguitando.

Il corpo contemporaneo è esponente/esposto, estensione di quell’effrazione che è l’esistenza, dove le immagini ci mostrano corpi come mai furono mostrati: Folle, ammassi, mischie, mucchi, file, assembramenti, sciami, eserciti, bande, scompiglio, fuggi-fuggi, gradinate, isolamento, processioni, collisioni, carnai, massacri, comunioni, dispersioni, eccesso di corpi.

L’oggetto dell’iniziativa afferma che il corpo-scena precede ogni culto, ogni religione o esperienza culturale, esso stesso è la condizione del mondo.

Il corpo è esistenza locale o meglio locazione di esistenza, al tempo in cui, oggi, il corpo dell’uno, non può frequentare il corpo dell’altro, ma d’altra parte, lo spettacolo della vita consiste nella presentazione dei corpi.

Frivolezza e filosofia si scambiano di posto per facilitare la capacità di saper giocare col corpo nello spazio.

CORPUS con un’attenzione particolare alla questione femminile, si declina secondo tre variabili: IL CORPO ROBOTICO, IL CORPO ANIMALE, IL CORPO IMMATERIALE.

In ognuna delle tre edizioni – 2020, 2021, 2022 – il progetto combinerà le tre variabili sopra dette volta per volta attraverso una chiave di accesso diversa e originale – una figura d’artista – con azioni performatiche giocate nei luoghi urbani come fosse appunto la nostra Città un corpo solo, intrecciando artisti in presenza e web performance.

CORPUS fa incontrare la presenza scenica dal vivo con la creazione digitale: (ad esempio) la passeggiata esperienziale con artisti e lettura condivisa di materiali sul posto, prevede anche un accompagnamento dell’evento tramite una web performance, con un collegamento in contemporanea sul FB di ArteStudio dove una performer in remoto, su una terrazza condominiale, in solitudine, si relaziona con il pubblico per un cittadino competente in una sorta di allenamento collettivo della presenza scenica a distanza.

CORPUS in un passaggio contemporaneo dall’ estetico all’etico, realizza nell’arte scenica il concetto di readymade, una sorta di herem artistico, ovvero arte senza intenzione, con azioni sceniche dei performer ordinarie – ancora Valery – immesse con poetica disattenzione nel flusso quotidiano urbano della nostra Città.

 Il gesto ispiratore, la chiave d’accesso del progetto come fosse il bisturi di una dissezione, sarà diverso per ogni annualità, attraverso il corpo di un artista disegneremo le arterie, l’incrocio di linee orizzontali e verticali del programma: PIERO MANZONI per IL CORPO DELL’ARTE (2020); ALDO CLEMENTI per IL CORPO DELLA MUSICA (2021); RAINER FASSBINDER per IL CORPO DELLA SCENA (2022).

Se da una parte il progetto lo si potrebbe intendere anche come una sorta di decadrage, una declinazione inedita della mostra Sublimi Anatomie del Palaexpo e dunque come opportuna valorizzazione della produzione culturale della nostra Città; dall’altra, il programma si inaugura al tempo della pandemia che nessun progetto sul corpo poteva prevedere. In maniera originale CORPUS si indirizza fuori dal museo, specificatamente negli spazi urbani di Roma come le piazze, i mercati, i tetti delle case, i parcheggi, i ponti, le fabbriche dove il punto focale risiede nel mettere in relazione luoghi e persone.
Il pubblico partecipa in maniera libera, gratuita e anche diretta al progetto attraverso una combinazione diffusa delle varie iniziative rivolte a ciascun cittadino, nessuno escluso, in un’idea contemporanea dell’Arte come comportamento vivente. Sono impegnate varie equipe di artisti under 35.

Nel 2020 si rispettano le condizioni previste dal COVID19 con un responsabile apposito per le procedure di sicurezza previste.

PROGRAMMA 2020

IL PROGETTO SI SVOLGE SECONDO VARIE SEZIONI: ANATOMIE, LABORATORIO ORGANISMO, CORPO A CORPO PRIMO ROUND, CORPO A CORPO, SECONDO ROUND, FATTI VEDERE E GUARDAMI.

 20 NOVEMBRE  ANATOMIE                                                         IL CORPO ASSASSINATO
OSTIA IDROSCALO via dell’idroscalo 3
Docufilm ore 11.00. Partecipazione su piattaforma zoom libera e gratuita con iscrizione obbligatoria. Lettura condivisa con 2 performer una in remoto di alcune pagine del libro SULL’AVVENIRE DELLE NOSTRE SCUOLE di Nietzsche, il libro che PASOLINI aveva in macchina quando è stato assassinato, con 1 responsabile COVID. Possibilità di richiedere tramite l’opera originale REPERTI DEL CORPO DI UN POETA a cura di YOKO HAKIKO, foto montaggio su foglio A3 piegato e composto con le immagini dei reperti dell’omicidio Pasolini del Museo Criminologico di Roma.

Questa iniziativa è presentata al pubblico su Zoom link su fb @artestudiox

 21 NOVEMBRE – ANATOMIE                                                                IL CORPO IDEALE
VILLA BORGHESE
Docufilm ore 11.00 in esterni dedicato a PAOLINA BORGHESE, opera del Canova al Museo di Villa Borghese. Con lettura condivisa del testo CAMPAGNA D’ITALIA di Napoleone. Partecipazione su piattaforma zoom libera e gratuita con iscrizione obbligatoria.  Con 2 performer, 1 guida autorizzata, 1 responsabile COVID. A cura di ALBA BARTOLI

Questa iniziativa è presentata al pubblico su zoom tramite prenotazione su fb @artestudiox

 22 NOVEMBRE – ANATOMIE                                                            IL CORPO NASCITURO
VILLA BORGHESE
Docufilm ore 9.00; 10.00; 11.00; 12.00; 13.00; 14.00; 15.00. 7 future mamme in dolce attesa – ognuna in orari diversi – fra il quarto e il settimo mese prendono un gelato alla crema passeggiando a villa borghese. Mentre due performer condividono ogni volta con la partecipante alcuni passi del testo MADRI MOSTRI MACCHINE di ROSI BRAIDOTTI.  Arrivo e ripartenza delle donne raccontato in streaming via facebook. Con 1 responsabile COVID e 1 videomaker.

Questa iniziativa è presentata al pubblico in diretta fb @artestudiox 

 20, 21, 22, 27, 28, 29 NOVEMBRE e 4,5,6,11,12,13 DICEMBRE – LABORATORIO ORGANISMO                                            FRANKESTEIN
SPAZIO PROVE OHM SAN LORENZO  via dei Volsci, 128
Dall’opera del Living (1965) con CAVARERO, HARAWAY e PATRIZIA VICINELLI un laboratorio danza, voce e composizione scenica. Ore 15.00-19.00 a cura di RICCARDO VANNUCCINI. Riservato a 6 partecipanti in linea con il rapporto disponibilità in metri quadrati dello spazio.

Prove in presenza come percorso di formazione professionale durante 4 week end a Roma per totale 12 giorni a san Lorenzo e performance conclusiva in streaming.  

Il 2020 prevede un laboratorio sul FRANKESTEIN partendo dai materiali della celebre edizione del Living (1965). Con testi di CAVARERO (Corpo in figure), HARAWAY (Manifesto Cyborg) e PATRIZIA VICINELLI (Cenerentola).
La domenica il laboratorio può essere frequentato dalle 17.00 alle 19.00 anche dal pubblico on line tramite iscrizione su piattaforma zoom. Il laboratorio si conclude con una esercitazione scenica in streaming.

 ANATOMIE                                                                 IL CORPO ESCLUSO
23, 30 NOVEMBRE, 7 DICEMBRE
REGINA COELI
Workshop ore 10.00-12.00 in presenza o online
24 NOVEMBRE, 1 e 8 DICEMBRE
RESIDENZA PSICHIATRICA CORVIALE via Mazzacurati 76
Workshop Ore 10.00-12.00 on line                             

25 NOVEMBRE, 2 e 9 DICEMBRE
CENTRO BINARIO95 VIA MARSALA 95
Workshop Ore 14.00-16.00 on line                               

 Workshop teatrale ON LINE o in presenza sul Contemporaneo a partire dal testo di AGAMBEN e il concetto di intempestivo riservato agli ospiti presso A) REGINA COELI con i detenuti B)la RESIDENZA TERAPEUTICA PSICHIATRICA DI CORVIALE con i pazienti;  e con C) BINARIO 95 centro per i senza fissa dimora alla stazione Termini; incontri di due ore ogni volta (anche in remoto) per un totale di 9 incontri. Il workshop termina nel centro con uno studio scenico riservato agli ospiti, senza pubblico e condotto dall’equipe di RODEZ in streaming.   

 24 NOVEMBRE – ANATOMIE                                                              IL CORPO NATURALE
COME FOSSE ALL’APERTO    APPARTAMENTO IN XII MUNICIPIO
Lezione Yoga ON LINE ore 9.30 e ore 13.30 con 8 partecipanti ogni volta. Partecipazione libera e gratuita, iscrizione obbligatoria su piattaforma zoom.

Con conduttrice abilitata, FRANCESCA SANDRINI.
Su piattaforma zoom con prenotazione obbligatoria su fb @artestudiox

 25 NOVEMBRE   CORPO A CORPO.                                                           SECONDO ROUND
VILLA BORGHESE CORPO D’ARIA (BURKA) – azione urbana
Docufilm ore 11.00 con 3 performer che indossando un burka nero camminano avanti e indietro ripetutamente nella villa.   

Questa iniziativa è presentata via social in diretta fb @artestudiox

 28 NOVEMBRE – ANATOMIE                                                        IL CORPO DELLA PATRIA
GIANICOLO monumento Anita Garibaldi
Docufilm. Ore 11.00. Partecipazione su piattaforma zoom libera e gratuita con iscrizione obbligatoria.  Lettura condivisa con 2 performer di cui una in remoto del monologo di Valentino Zeichen IL TESTAMENTO DI ANITA GARIBALDI.  Con 1 responsabile COVID. Con YOKO HAKIKO
Questa iniziativa è presentata al pubblico via social con zoom tramite prenotazione su fb @artestudiox

 29 NOVEMBRE– ANATOMIE                                                           IL CORPO NATURALE
VILLA BORGHESE
Docufilm ore 10.00 a Villa Borghese, la natura colta nel suo farsi e disfarsi. Partecipazione su piattaforma zoom gratuita, iscrizione obbligatoria. Lettura condivisa del poemetto LA PAROLA MORTE di Wilcock con 2 performer di cui una in remoto, 1 guida autorizzata, 1 responsabile COVID. A cura di MARCO PAPARELLA.

Questa iniziativa è presentata su zoom tramite prenotazione su fb @artestudiox

 1 DICEMBRE
VILLA BORGHESE                IMPRONTE (SUGLI ALBERI) – azione urbana
Docufilm ore 11.00; con un gioco a vista di mani delle 3 performer con grandi guanti gialli igienizzati sugli alberi della villa.

Questa iniziativa è presentata via social in diretta fb @artestudiox

 3 e 10 DICEMBRE CORPO A CORPO.                                                                                    PRIMO ROUND
APPARTAMENTO IN  II  MUNICIPIO e NAPOLI per MUSEO MADRE, MILANO per MUSEO900, e LONDRA per TATE MODERN
Focus sull’artista di riferimento dell’annualità convocando sulla terrazza condominiale a Roma un gruppo di studio. Nel 2020 per PIERO MANZONI saranno messi in collegamento ON LINE dalla terrazza il gruppo di studio di 4 persone con 1 responsabile COVID, il pubblico che vorrà collegarsi e tre performer donne per un esperimento di riflessione sull’opera MERDA D’ARTISTA la n.12 al MADRE DI NAPOLI, la n.80 al MUSEO NOVECENTO DI MILANO e n.4 alla TATE di LONDRA con lettura condivisa via social degli appunti del Maestro.  Ovvero chiederemo alle tre performer lo stesso giorno, nello stesso momento di visitare l’opera MERDA D’ARTISTA sistemata nelle 3 sedi diverse – Napoli, Milano, Londra – e a tutti quelli collegati via social di commentare l’opera del Maestro anche leggendo sulla terrazza alcune considerazioni del Manzoni sull’arte contemporanea.  ore 10.00/14.00 In caso di MUSEI CHIUSI le performer si collegheranno mentre sono davanti al Museo dopo aver prodotto una loro ipotesi dell’opera dell’artista esposta.

Questa iniziativa è presentata via social con zoom tramite prenotazione su fb @artestudiox

4 DICEMBRE CORPO A CORPO.                                                           SECONDO ROUND
VILLA BORGHESE CORPO D’ARIA (BURKA) – azione urbana
Docufilm ore 11.00 con 3 performer che indossando un burka nero camminano avanti e indietro ripetutamente nella villa.   

Questa iniziativa è presentata via social in diretta fb @artestudiox

 5 DICEMBRE
VILLA BORGHESE FIATO D’ARTISTA (MASCHERE) – azione urbana
Docufilm ore 11.00 ovvero 3 performer respirano con una maschera da sub convertita antivirus passeggiando nella villa.

Questa iniziativa è presentata via social in diretta fb @artestudiox

 9 DICEMBRE CORPO A CORPO.                                                          SECONDO ROUND
VILLA BORGHESE CORPO D’ARIA (BURKA) – azione urbana
Docufilm ore 11.00 con 3 performer che indossando un burka nero camminano avanti e indietro ripetutamente nella villa.   

Questa iniziativa è presentata via social in diretta fb  @artestudiox

 11 DICEMBRE
VILLA BORGHESE IMPRONTE (SUL MURO) – azione urbana
Docufilm ore 11.00; con un gioco a vista di mani delle 3 performer con grandi guanti gialli igienizzati sui muri di cinta di Villa Borghese.

Questa iniziativa è presentata via social in diretta fb @artestudiox 

 15 DICEMBRE
VILLA BORGHESE FIATO D’ARTISTA (MASCHERE) – azione urbana
Docufilm ore 11.00 ovvero 3 performer respirano con una maschera da sub convertita antivirus passeggiando nella villa.

Questa iniziativa è presentata via social in diretta fb @artestudiox

 16 e 17 DICEMBREFATTI VEDERE E GUARDAMI.                                IL CORPO MOLTITUDINE
Dalla sala prove a san Lorenzo.
Distribuzione in streaming dei materiali scenici prodotti comprese le proposte raccolte tramite i social. Arte pubblica con accesso libero e gratuito. Due giornate conclusione dove durante tutto il giorno saranno presentate lezioni spettacolo, installazioni, video, performance di teatro e musica. Accompagnamento delle giornate a cura dell’artista ELENA BELLANTONI.  E’ presente tramite una lezione spettacolo il workshop del CORPO ESCLUSO, le installazioni di YOKO HAKIKO e MARAM AL JABURI, le performance FIATO D’ARTISTA, CORPO D’ARIA, IMPRONTE, SACRA, HANNO CHIUSO LE SALE D’ASPETTO, CORPO MACCHINA e i film FREAK di Tod Browing e TUTTO SCHIFANO di Luca Ronchi. Tutte le performance sono realizzate appositamente per il progetto CORPUS.

FRANKESTEIN a cura di RICCARDO VANNUCCINI, PRIMA NAZIONALE, a conclusione del laboratorio. Le giornate durano dalle ore 12.00 alle 20.00.
Questa iniziativa è presentata via social con zoom tramite prenotazione su fb @artestudiox

 21 dicembre – IL CORPO SENZA PESO                                                               FRAME 20
Tutte le iniziative del progetto sono riprese in video (diretta streaming e montaggio) e audio (le voci al mercato) e diventano un diario giornaliero del progetto ma pure un oggetto finito concluso che può essere considerato un messaggio in bottiglia o in rete o ancora una nuova produzione artistica contemporanea postata su youtube.