TEATRO IN FUGA

WORKSHOP A TEHERAN

TEATRO IN FUGA 

TEATRO IN FUGA è un progetto dedicato alla questione delle migrazioni forzate e si svolge all’interno dei centri d’accoglienza per richiedenti asilo e nelle zone di guerra interessate dal rapporto fra fuggiaschi e popolazione locale (Palestina, Libano, Giordania, Iran) .  Obiettivo del programma teatrale è di essere strumento utile al fine del superamento di eventi traumatici causati dalla guerra. L’attività artistica si configura come mezzo per recuperare la propria identità in relazione al mondo circostante.

ECCO UNA BREVE PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI TEATRO IN FUGA.

#act6, performance  GNAM e MACRO

Torna il progetto Teatro in Fuga realizzato da ArteStudio e sostenuto da SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori con un doppio appuntamento!

Sabato 10 giugno 2017, il MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma ospita,in collaborazione con ArteStudio  il site-specific OBJECT TROUVÉ. La performance, promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, prende avvio con il ritrovamento sul pavimento del MACRO di alcuni oggetti, segni di un naufragio in mare o, forse, nella mente, come su di una spiaggia immaginata.

Domenica 11 giugno 2017,la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea presenta in collaborazione con ArteStudio, Collage. Paesaggio estivo senza spiaggia di Riccardo Vannuccini.

#act5 PERFORMANCE MUSEO PIGORINI

IN OCCASIONE DE “LA FESTA DEI MUSEI”#

IMPRESSION D’AFRIQUE

 

SITE-SPECIFIC A CURA DI RICCARDO VANNUCCINI

realizzato con i rifugiati provenienti dall’ Africa del progetto TEATRO in FUGA.

 

21 MAGGIO 2017

ore 11,30 – 12,15 –  12,45

Museo delle civiltà – Museo nazionale preistorico etnografico LUIGI PIGORINI

 Piazza Guglielmo Marconi 14 00144 Roma EUR

 

ArteStudio, nell’ambito del progetto TEATRO IN FUGA17 sostenuto da SIAE, presenta in collaborazione con il Museo delle civiltà – MUSEO LUIGI PIGORINI di Roma, la performance IMPRESSION D’AFRIQUE in occasione della Festa dei Musei.

In scena otto richiedenti asilo in visita alle sale del Museo, sezione Africa, che accompagnano la visione delle opere in esposizione con storie personali provando a intrecciare in maniera misteriosa, come in un tessuto, l’ARTE e la VITA VISSUTA.

Al pari di un found footage cinematografico, le opere d’arte si incontrano con i volti dei migranti scampati ai naufragi, e questo im-possibile collage di corpi e di segni cerca di inventare un luogo dinamico e inedito con l’azione artistica che si fa gesto di comprensione degli accadimenti umani.

 

La regia di IMPRESSION D’AFRIQUE è firmata da RICCARDO VANNUCCINI e dura ogni volta circa 15’. La performance fa parte di TEATRO IN FUGA17, un progetto artistico stabile e continuo di ARTESTUDIO, realizzato per questa edizione con il sostegno di SIAE Società Italiana degli Autori ed Editori- e dedicato alla questione delle MIGRAZIONI FORZATE e all’immigrazione in genere.

INFO e-mail: artestudiox@libero.it   tel: +393287575388 FB Artestudio twitter @artestudiox

2017
TEATRO IN FUGA TORNA A TEHERAN

COMPOSIZIONE SCENICA

Al via la nuova edizione del progetto TEATRO IN FUGA che inizia DOMENICA 15 GENNAIO con un
WORKSHOP a TEHERAN condotto da RICCARDO VANNUCCINI a cui partecipano giovani iraniani e giovani  rifugiati afghani e si concluderà con una performance tratta dal  ROMEO E GIULIETTA DI SHAKESPEARE il 31 gennaio.
TEATRO IN FUGA17 progetto stabile e continuo di ARTESTUDIO, è realizzato in questa edizione con il sostegno di SIAE.
TEATRO IN FUGA17 prepara numerose iniziative in Italia e all’ estero nei Centri Accoglienza, nelle Scuole, nei Musei, ancora in Libano, e si concluderà con lo spettacolo AFRICABAR al TEATRO ARGENTINA di ROMA, con la partecipazione di 20 attori richiedenti asilo, nel GIUGNO 2017 in
occasione della giornata mondiale del rifugiato.
Con ARTESTUDIO partecipano in questa fase al progetto la REFUGEE THEATRE COMPANY, SIAE, il CENTRO ARMADILLA, PROGRAMMA INTEGRA.
images-1

 

PERFORMANCE CONCLUSIVE a TEHERAN per IL PROGETTO TEATRO IN FUGA 17


Venerdì 27 gennaio a Tehran la performance LA MIA PICCOLA STANZA concluderà il laboratorio teatrale condotto da Riccardo Vannuccini  con Valentina Lamorgese e Sheida Goudarzi. Il laboratorio è una delle due iniziative realizzate in Iran da ArteStudio con il sostegno di SIAE per TEATRO IN FUGA 17. Il progetto ha coinvolto in questa iniziativa circa 20 bambini rifugiati Afgani della scuola THE SCHOOL OF CULTURE che non possono frequentare la scuola pubblica iraniana perché sprovvisti di documenti.
Di seguito, domenica 29 gennaio presso il Teatro Mostagel di Tehran si terrà la performance ROMEO E GIULIETTA A TEHRAN, uno studio scenico sul capolavoro scespiriano a cura di Riccardo Vannuccini con la collaborazione di Majid Shah Mohammady, Valentina Lamorgese e Sheida Goudarzi
 27 GENNAIO ORE 9.00 MOSCHEA
LA MIA PICCOLA STANZA
Workshop a cura di RICCARDO VANNUCCINI, Sheida Goudarzi, Valentina Lamorgese con gli alunni della scuola THE SCHOOL OF CULTURE.
29 GENNAIO ORE 17.00 TEATRO MOSTAGEL
ROMEO E GIULIETTA A TEHRAN
Da Shakespeare
a cura di RICCARDO VANNUCCINI
con la collaborazione di Majid Shah Mohammady, Sheida Goudarzi, Valentina Lamorgese  e con la partecipazione di Niousha Sabri, Mahshid Motamedi, Zohreh Yahiaiee, Mohsen Shah Mohammady, Saeed Masahi, Sheida Goudarzi, Babak Hejri, Roozbeh Shafiee, Shahrzad Bayani, Mersedeh Sharifi, Seyed Sina Nabavi Razavi, Hossein Ahangrani Farahani, Majid Shah Mohammady.

ARTESTUDIO IN IRAN FOR THE PROJECT THEATRE ON THE RUN 17

On Friday, January 27th in Tehran, the performance MY LITTLE ROOM will end the theatre workshop led by Riccardo Vannuccini with Valentina Lamorgese and Sheida Goudarzi. The workshop was one of the two initiatives realized in Iran by ArteStudio with SIAE for the project THEATRE ON THE RUN 17. The project involved around 20 Afghan refugee children from THE SCHOOL OF CULTURE, who cannot attend Iranian public school because of their lack of IDs.
In addition, the performance ROMEO AND JULIET IN TEHRAN, a study on the Shakespearean masterpiece directed by Riccardo Vannuccini with the collaboration ofMajid Shah Mohammady, Valentina Lamorgese, and Sheida Goudarzi will be presented atMostagel Theatre in Tehran on Sunday, January 29th.
27 JANUARY, 9 am MOSQUE
MY LITTLE ROOM
Workshop by RICCARDO VANNUCCINI, Sheida Goudarzi, Valentina Lamorgese
with the students of THE SCHOOL OF CULTURE.
29 JANUARY, 5 pm MOSTAGEL TEHRAN THEATRE
ROMEO AND JULIET IN TEHRAN
From Shakespeare
Directed by RICCARDO VANNUCCINI
in collaboration with Majid Shah Mohammady, Sheida Goudarzi, Valentina Lamorgeseand with the participation of Niousha Sabri, Mahshid Motamedi, Zohreh Yahiaiee, Mohsen Shah Mohammady, Saeed Masahi, Sheida Goudarzi, Babak Hejri, Roozbeh Shafiee, Shahrzad Bayani, Mersedeh Sharifi, Seyed Sina Nabavi Razavi, Hossein Ahangrani Farahani, Majid Shah Mohammad.

TEATRO IN FUGA17
#act2  Laboratorio teatrale per giovani richiedenti asilo

 Nell’ambito del progetto TEATRO IN FUGA17 realizzato da Artestudio, mercoledì 1 febbraio avrà inizio un laboratorio teatrale rivolto a giovani immigrati e richiedenti asilo della durata di 4 mesi, al termine dei quali i partecipanti avranno l’opportunità di far parte della REFUGEE TEATHER COMPANY in scena a giugno al TEATRO ARGENTINA di Roma con lo spettacolo AFRICABAR. 

Il laboratorio, libero e gratuito si terrà ogni mercoledì dalle 14,30 alle 16,30 a Roma presso il centro Programma INTEGRA in Via Assisi 41.

TEATRO IN FUGA è un progetto artistico stabile e continuo di ARTESTUDIO, realizzato per questa edizione con il sostegno di SIAE e dedicato alla questione delle MIGRAZIONI FORZATE e all’immigrazione in genere.

TEATRO IN FUGA17 svolge numerose azioni in Italia e all’ estero:#act1 laboratorio teatrale in Iran 15-30 gennaio; #act2 laboratorio per richiedenti asilo e giovani immigrati durata 4 mesi presso Programma Integra 1 febbraio –giugno; #act3 workshop in Libano con giovani rifugiati siriani mese di aprile; #act4 workshop a Roma nei centri  Armadilla, Programma Integra mese di maggio; #act5 performance in tre musei di Roma GNAM, MACRO e PIGORINI mese di maggio; #act6 spettacolo AFRICABAR al TEATRO ARGENTINA di ROMA, GIUGNO 2017 in occasione della giornata mondiale del rifugiato.

Con ARTESTUDIO partecipano in questa fase al progetto la REFUGEE THEATRE COMPANY, SIAE, il CENTRO ARMADILLA, PROGRAMMA INTEGRA.

 

TEATRO IN FUGA DA NORD A SUD
Prosegue in tutta Italia l’attività di ARTESTUDIO col progetto TEATRO IN FUGA 17.

Il progetto, realizzato con il contributo di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori – e in collaborazione con PROGRAMMA INTEGRA, ARMADILLA e CANE PEZZATO, raggiunge numerosi centri S.P.R.A.R. – Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati – dal nord al sud d’ Italia, dove si svolgeranno  stage sul teatro come strumento di relazione importante fra locali e migranti.

Prossima tappa, dopo la riuscita esperienza allo S.P.R.A.R. di SAN MARTINO IN STRADA (LODI)  presso la COOPERATIVA LE PLEIADI nel mese di marzo, sarà lo S.P.R.A.R. di CAMPOBASSO presso la cooperativa KOINE’ dal 3 al 5 aprile.

Si prosegue fino a luglio con workshop dalla LOMBARDIA alla SICILIA.

Gli STAGE TEATRO IN FUGA a cura di RICCARDO VANNUCCINI sono rivolti ai migranti – in alcuni casi si tratta di minori non accompagnati – agli operatori dei centri SPRAR, ai cittadini del luogo dove insiste il Centro. Attraverso l’azione scenica intesa come spazio di comprensione di fronte agli accadimenti inediti e importanti dell’esistenza si intende affrontare la questione dell’immigrazione e delle migrazioni forzate, tema epocale del nostro tempo.

prossimi appuntamenti:

Trezzano sul Naviglio (MI) 10,11,12 maggio

Alessandria 14,15,16 maggio

Piazza Armerina (EN) 25,26,27 maggio

Bisceglie (BT) 2,3,4 luglio

Cerignola (BA) 5,6,7 luglio


PROSSIMO APPUNTAMENTO INTERNAZIONALE PER TEATRO IN FUGA17
LIBANO
Dal 19 al 30 aprile, Artestudio è a BEIRUT per un nuovo workshop teatrale con rifugiati del campo profughi di SHATILA.

 

 

 

2016
WORKSHOP IN LIBANO

ARTESTUDIO CON MIBACT BANDO MIGRARTI
e con COOPERATIVA SOCIALE ARMADILLA, ROMA e MAKHZOUMI FOUNDATION , BEIRUT

Il 9 Maggio 2016, nell’ambito del progetto TEATRO IN FUGA, inizierà una serie di workshop tenuta in Libano, a cura di RICCARDO VANNUCCINI ed EVA GRIECO.
I laboratorio teatrali vedranno la partecipazione di giovani e giovanissimi rifugiati siriani ospiti dei centri di accoglienza di Beirut e della valle del Bekaa. Scopo del programma teatrale, che si riferisce alla questione delle migrazioni , è di essere strumento utile al fine di superare eventi traumatici causati dalla guerra. L’attività artistica si configura come mezzo per recuperare la propria identità in relazione al mondo circostante. La performance dal titolo GIULIA E NAUSICAA IN LEBANON, tratterà la storia di due donne, come suggerito dallo stesso nome , Giulietta di Shakespeare e Nausicaa di Omero.

ArteStudio in Libano
Workshop a cura di RICCARDO VANNUCCINI ed EVA GRIECO
INFO: +393920130873 MAIL: info.artestudio@libero.it

Altre azioni di Teatri in Fuga anno 2016 sono:
MAGGIO: performance con giovani attori richiedenti asilo alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma e al Museo Macro di Roma
MAGGIO: stage di teatro alla scuola media inferiore Borgoncini Duca di Roma su Intercultura e inclusione
GIUGNO: spettacolo RESPIRO al Teatro Argentina di Roma con giovani attori richiedenti asilo e la compagnia Artestudio diretto da Riccardo Vannuccini

[espro-slider id=525]

2015
ARTESTUDIO A TEHERAN

La compagnia teatrale ARTESTUDIO, in collaborazione con la compagnia teatrale iraniana AV TEAHTER, presenterà presso la Casa del Teatro di Teheran, la performance OPHELIA STANZE VARIAZIONE1 e VARIAZIONE2, sabato 28 novembre alle ore 19:30. La performance è la conclusione di un workshop svolto dal 20 al 29 novembre a Teheran a cura di RICCARDI VANNUCCINI con la collaborazione di FLAVIA MEUTI e PIETRO FREDDI, che ha visto il coinvolgimento di due gruppi formati rispettivamente da trenta e da quindici persone. Lo spettacolo, così come suggerisce il titolo, si basa sul rapporto tra Amleto ed Ofelia punto di avvio di una riflessione sull’attualità, il contemporaneo ed il confronto tra culture diverse e tradizioni diverse. “Ofelia Stanze” fa parte del progetto ArteStudio denominato TEATRO IN FUGA 2015.

Per info e materiali artestudiox@libero.it

È disponibile un reportage fotografico e un video sull’esperienza a Teheran, realizzato da Pietro Freddi