News

1 luglio 2019
Si è concluso il progetto TEATRO A RIGHE nel carcere di Regina Coeli realizzato con il contributo dei fondi 8xmille della Chiesa Valdese. Il progetto ha previsto un laboratorio teatrale  di 9 mesi a favore dei detenuti comuni e di quelli della sezione detta “repartino” riservato ai detenuti con particolari fragilità. Nel laboratorio i partecipanti hanno fatto esperienza di training fisico e vocale, esercizi volti a una maggiore consapevolezza di sè e del gruppo, alla sperimentazione di un linguaggio non verbale e alla comunicazione simbolica. Il progetto si è concluso con la performance Studio sul Don Chisciotte  di Cervantes, andato in scena davanti a un nutrito pubblico di persone interne ed esterne all’Istituto.
  

 

22 giugno e 25 giugno 2019
LETEATROCOSE A PALAZZO ALTEMPS, TERME DI DIOCLEZIANO E FORO ROMANO
Per il progetto Leteatrocose sabato 22 giugno e martedì 25 giugno verrà presentato  AGAMENNONE/ ESCHILO / STUDIO a cura di Riccardo Vannuccini con Maria Sandrelli, Marco Paparella, Iris Basilicata, Alessandra Piscopo, Mirko Russo, Lars Rohm, Francesco Tranchina. La performance della durata di 25′ circa andrà in scena il 22 giugno a PALAZZO ALTEMPS alle ore 11.00, alle ore 12.00 e alle ore 13.00 , sarà poi replicata alle TERME DI DIOCLEZIANO alle ore 15.00, alle ore 15.40 e alle ore 16.15. 
Martedì 25 GIUGNO all’UCCELIERA FARNESE al FORO ROMANO alle ore 11.00, 12.00 e 13.00 la performance  AGAMENNONE/ ESCHILO / STUDIO sarà replicata per tre volte per i tanti visitatori dell’area archeologica ospitando attori e spettatori in uno spazio unico al mondo, suggerendo appassionanti e inedite relazioni fra  l’ area archeologica, la nostra memoria dunque, e questo tempo, ovvero origine e destino dell’ essere umano.

Il ritorno a casa di Agamennone vincitore sui troiani dopo dieci anni di guerra, l’accoglienza apparentemente benevola della moglie Clitennestra e la vendetta a lungo attesa per vendicare il sacrificio della figlia Ifigenia sono gli elementi cardini dello studio sul copione di Eschilo che diventa un precipitato della tragedia greca.

Il progetto LETEATROCOSE – che conta sulla collaborazione del PARCO ARCEHOLOGICO DEL COLOSSEO come del MUSEO NAZIONALE ROMANO – per gli spettacoli a PALAZZO ALTEMPS e alle TERME DI DIOCLEZIANO– seguiterà al FORO ROMANO con la performance di teatrodanza PIETRE E FIGURE a Luglio, per poi riprendere il programma a settembre.

-Ingresso consentito col normale biglietto di accesso all’ area.

-Spettacolo adatto ad ogni tipo di pubblico con introduzione in lingua inglese.

-Durata ogni volta della performance 20’ circa

info artestudiox@libero.it

 

3 GIUGNO – 4 AGOSTO
TEATRO A RIGHE 19
comincia una nuova edizione del Festival di Teatro a Righe nell’ambito dell’Estate Romana 2019. Moltissimi appuntamenti gratuiti alla Casa Internazionale delle donne, alla libreria Odradek, nel carcere di Regina Coeli e per le strade del I municipio. Tutto il programma in TEATRO A RIGHE nella sezione PROGETTI. Seguici anche su fb @teatroarighe e sui social Artestudio

MARTEDI’ 28 maggio 2019

LETEATROCOSE, il progetto teatrale di ARTESTUDIO a cura di RICCARDO VANNUCCINI realizzato in collaborazione con IL PARCO ARCHEOLOGICO DEL COLOSSEO presenta la performance
EDIPO RE/SENECA/STUDIO alla CASA DELLE VESTALI al FORO ROMANO.

Il progetto LETEATROCOSE esplora in scena il tema attuale della relazione fra abitanti e città, facendo del luogo archeologico lo spazio ideale di nuove forme di cittadinanza attraverso un rapporto in sensi con la tradizione e il futuro culturale del nostro Paese

Martedì 28 MAGGIO alle ore 11.00, 12.00 e 13.00 la performance  EDIPO RE/ SENECA / STUDIO sarà replicata per tre volte per i tanti visitatori dell’area archeologica ospitando attori e spettatori in uno spazio unico al mondo, suggerendo appassionanti e inedite relazioni fra  l’ area archeologica, la nostra memoria dunque, e questo tempo, ovvero origine e destino dell’ essere umano.

La vicenda mitica, tribale e magica ad un tempo del re Edipo, sposo alla sua stessa madre e assassino del padre, viene riproposta secondo uno studio sul copione di Seneca che favorisce come in un moderno thriller il legame misterioso fra i personaggi e la storia.

Il progetto LETEATROCOSE – che conta sulla collaborazione del PARCO ARCEHOLOGICO DEL COLOSSEO come del MUSEO NAZIONALE ROMANO – per gli spettacoli a PALAZZO ALTEMPS e alle TERME DI DIOCLEZIANO– seguiterà al FORO ROMANO con AGAMENNONE/ESCHILO/STUDIO a giugno e con la performance di teatrodanza PIETRE E FIGURE a Luglio, per poi riprendere il programma a settembre.

-Ingresso consentito col normale biglietto di accesso all’ area.

-Spettacolo adatto ad ogni tipo di pubblico con introduzione in lingua inglese.

-Durata ogni volta della performance 20’ circa

EDIPO RE / SENECA / STUDIO
Performance a cura di RICCARDO VANNUCCINI con MARCO PAPARELLA, ALESSANDRA PISCOPO, MIRKO RUSSO, ALBA BARTOLI, MARIA SANDRELLI, LARS ROHM, FRANCESCO TRANCHINA, IRIS BASILICATA e FABRIZIO MONTEMARANO (contrabbasso). Oggetti scenici a cura di YOKO HAKIKO. Coordinamento per ArteStududio CATERINA GALLONI

Info: artestudiox@libero.it    seguici su Artestudio FB e twitter @artestudiox instagram @artestudio18

 

SABATO 18 maggio 2019
LE TEATROCOSE A PALAZZO ALTEMPS E ALLE TERME DI DIOCLEZIANO
LE TEATROCOSE, il progetto teatrale a cura di RICCARDO VANNUCCINI realizzato in collaborazione con IL MUSEO NAZIONALE ROMANO presenta la performance

EDIPO RE/SENECA/STUDIO  in scena alle TERME DI DIOCLEZIANO per due repliche alle ore 15.00 e alle ore 16.00,  e la sera –  in occasione della Notte dei Musei – a PALAZZO ALTEMPS alle ore 20.00 e alle ore 20.45; la performance accompagna i tanti visitatori del polo museale ospitando attori e spettatori in spazi unici al mondo, suggerendo appassionanti e inedite relazioni la nostra memoria  e questo tempo, ovvero origine e destino dell’ essere umano.
La vicenda mitica, tribale e magica ad un tempo del re Edipo, sposo alla sua stessa madre e assassino del padre, viene riproposta secondo uno studio sul copione di Seneca che favorisce come in un moderno thriller il legame misterioso fra i personaggi e la storia.

Il progetto LE TEATROCOSE che conta sulla collaborazione del  MUSEO NAZIONALE ROMANO – e del PARCO ARCHEOLOGICO DEL COLOSSEO per gli spettacoli al FORO ROMANO – seguiterà a PALAZZO ALTEMPS e alle TERME DI DIOCLEZIANO con AGAMENNONE/ESCHILO/STUDIO a giugno e con la performance di teatrodanza PIETRE E FIGURE a Luglio, per poi riprendere il programma a settembre.

-Ingresso consentito col normale biglietto di accesso.
-Spettacolo adatto ad ogni tipo di pubblico con introduzione in lingua inglese.
-Durata ogni volta della performance 20’ circa

EDIPO RE / SENECA / STUDIO
Performance a cura di RICCARDO VANNUCCINI con MARCO PAPARELLA, ALESSANDRA PISCOPO, MIRKO RUSSO, ALBA BARTOLI, MARIA SANDRELLI, LARS ROHM, FRANCESCO TRANCHINA, IRIS BASILICATA e FABRIZIO MONTEMARANO (contrabbasso). Oggetti scenici a cura di YOKO HAKIKO.

Coordinamento per ArteStudio CATERINA GALLONI
Info: artestudiox@libero.it    seguici su Artestudio FB e twitter @artestudiox instagram @artestudio18
ph Flavio Bruno

MAGGIO 19
Un mese ricco di appuntamenti.

Per il progetto LE TEATROCOSE, spettacoli nei luoghi d’arte, in collaborazione con il Museo Nazionale Romano e il Parco Archeologico di Roma, in scena EDIPO RE STUDIO doppio appuntamento sabato 18 maggio alle ore 15.00 e alle ore 16.00 alle Terme di Diocleziano via Enrico De Nicola 78, alle ore 20.00 e alle 20.45 a Palazzo Altemps, Piazza di Sant’Apollinare 46. Martedì 28 maggio ore 11.00 ancora EDIPO RE al Foro Romano, Casa delle Vestali. Lo spettacolo, uno studio sul testo di Seneca per la regia di Riccardo Vannuccini, con Marco Paparella, Iris Basilicata, Lars Rohm, Alessandra Piscopo, Alba Bartoli, Maria Sandrelli, Francesco Tranchina, è visibile acquistando il biglietto dei musei. LE TEATROCOSE proseguono con appuntamenti mensili fino a settembre. A giugno sarà la volta di AGAMENNONE da Eschilo.

Continua il progetto FACCIAMO STORIE in collaborazione con Le Biblioteche di Roma, un ciclo di letture sceniche che accompagnano eventi e presentazioni di libri. Lunedì 27 maggio alle ore 18.00 presso la Biblioteca Mandela, in via La Spezia 21,  letture di brani scelti da IL CINESE di Andrea Cotti, in occasione della presentazione del libro. Sarà presente l’autore.

Proseguono gli incontri per il progetto ANATTA, un laboratorio teatrale con focus integrazione che Artestudio svolge a Viterbo con giovani italiani e richiedenti asilo provenienti dall’Africa.  Realizzato con il cofinanziamento della Presidenza del consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale e della Regione Lazio.

 

 

Aprile 19
Sabato 6 Aprile al WEGIL – Largo Ascianghi 5 – Roma torna OFELIA O LA MACELLAZIONE DEGLI ANIMALI DOMESTICI uno spettacolo di Riccardo Vannuccini.
Precede la performance un workshop su ANIMALITA’ A TEATRO condotto dal regista. A conclusione della serata una CENA offerta dagli attori.
Prenotazione obbligatoria a prenotazione@wegil.it  biglietto 10 euro

“Tra uomo e animale è messa in prova a teatro una nuova presenza scenica. Ofelia, Amleto, i pesci nel fiume e il limite fra animalità e umanità, tra il sé e l’altro da sé. Diventare animale, diventare corpo, diventare artista. Dalla caccia all’ allevamento, la commercializzazione dell’ esistenza. Quando muore il padrone anche le bestie piangono. La preda e il predatore, gli elicotteri e i pozzi petroliferi. Le foglie che nascondono l’orso e la macellazione degli animali domestici. Tingersi i capelli, la faccia, per camuffarsi e avvicinarsi pericolosamente all’altro. Il frigobar aperto e il teatro come concatenamento eterogeneo e in perpetuo squilibrio. Ofelia nuda, perché è comunque una femmina, quella di un altrove possibile. Comprendere le cose dai resti. Elsinore, Palmira e il Messico, pietra dopo pietra. Un lavoro scenico sulla cosa non in quanto riflessione sulla cosa, ma in quanto semplice cosa. Ofelia al macello come fosse un animale è la cima visibile di uno spettacolo che resta nascosto”- annota Riccardo Vannuccini.

 L’animalità è intesa come pratica possibile del visibile. Una temporanea eclissi del tempo della comunicazione a favore di un tempo perso, non economico. Animalità a teatro come messa in prova di un processo dissolutivo che devia dall’idea di immortalità dell’ essere umano e lo considera artefice – proprio attraverso il disfarsi del proprio corpo – di un processo generativo, femminile. Essere il corpo che si è e nient’altro.  La performance è costruita con la tecnica del collage che in qualche modo ricorda la poetica cinese della raccolta di frasi del chu-chu.

Precede lo spettacolo un workshop su ANIMALITA’ A TEATRO  – dalle ore 20.00 alle ore 21.00 Al termine dello spettacolo, CENA SENZA ANIMALI buon cibo e vino offerti dagli stessi teatranti.  
L’evento è stato selezionato attraverso un avviso pubblico dalla Regione Lazio ed è organizzato da ArteStudio con il supporto di LAZIOcrea.

 Ofelia o la macellazione degli animali domestici è una performance di RICCARDO VANNUCCINI con Iris Basilicata, Silvia Fasoli, Alessandra Piscopo, Lars Rohm, Riccardo Vannuccini. Le scene e i costumi sono di Yoko Hakiko e la Colonna sonora è a cura di Rocco Cucovaz.
Assistente alla regia Maria Chiara Pozzoni; Resposabile del progetto Caterina Galloni; Produzione a cura di Alba Bartoli e Maria Sandrelli

Durata spettacolo 60’ circa
Ore 20.00 Workshop su Animalità a teatro
Ore 21.15 Performance OFELIA o la macellazione degli animali domestici
22.30 Cena senza animali

 Biglietto unico
workshop+spettacolo+cena euro 10.00

prenotazione obbligatoria a:prenotazione@wegil.it info: 328 7575388

 

Marzo 19
Il progetto IL GIOCO e la CURA dedicato a teatro e disabilità e cofinanziato dal Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità, volge alla conclusione con la performance “Il volo degli uccelli” realizzata presso la Comunità terapeutica di Corviale – Roma. Il progetto ha coinvolto giovani abili e diversamente abili nelle scuole, a Roma e Viterbo, in una comunità terapeutica a Roma, nel carcere di Regina Coeli e in un laboratorio di teatro integrato appositamente realizzato a Viterbo.
Lunedì 25 marzo andrà in scena la performance diretta da Marco Paparella con Iris Basilicata e realizzata con gli ospiti della Comunità terapeutica di Corviale e con giovani volontari.

FEBBRAIO

Da giovedì 28 febbraio
a domenica 3 marzo 2019
OFELIA O LA MACELLAZIONE DEGLI ANIMALI DOMESTICI
Carrozzerie n.o.t
Via  Panfilo Castaldi, 28 Roma
ore 21.00

uno spettacolo di RICCARDO  VANNUCCINI
con IRIS BASILICATA, ALESSANDRA PISCOPO, LARS ROHM, RICCARDO VANNUCCINI.

Testi da WILLIAM SHAKESPEARE, THOMAS ELIOT,  ZBIGNIEW HERBERT, COLETTE THOMAS, DANILO KIS

Colonna sonora a cura di ROCCO CUCOVAZ  Scene, costumi, luci YOKO HAKIKO
atto unico 70’ circa

Dal 28 febbraio al 3 marzo debutta in prima nazionale presso Carrozzerie not a Roma, “Ofelia o la macellazione degli animali domestici”, performance dedicata all’animalità dell’ essere umano, ovvero alla necessità di una nuova relazione col mondo, realizzata da Riccardo Vannuccini.

“Tra uomo e animale è messa in prova a teatro una nuova presenza scenica. Ofelia, Amleto, i pesci nel fiume e il limite fra animalità e umanità, tra il sé e l’altro da sé. Diventare animale, diventare corpo, diventare artista. Dalla caccia all’ allevamento, la commercializzazione dell’ esistenza. Quando muore il padrone anche le bestie piangono. La preda e il predatore, gli elicotteri e i pozzi petroliferi. Le foglie che nascondono l’orso e la macellazione degli animali domestici. Tingersi i capelli, la faccia, per camuffarsi e avvicinarsi pericolosamente all’altro. Il frigobar aperto e il teatro come concatenamento eterogeneo e in perpetuo squilibrio. Ofelia nuda, perché è comunque una femmina, quella di un altrove possibile. Comprendere le cose dai resti. Elsinore, Palmira e il Messico, pietra dopo pietra. Un lavoro scenico sulla cosa non in quanto riflessione sulla cosa, ma in quanto semplice cosa. Ofelia al macello come fosse un animale è la cima visibile di uno spettacolo che resta nascosto”- annota Riccardo Vannuccini.

L’animalità è intesa come pratica possibile del visibile. Una temporanea eclissi del tempo della comunicazione a favore di un tempo perso, non economico. Animalità a teatro come messa in prova di un processo dissolutivo che devia dall’idea di immortalità dell’ essere umano e lo considera artefice – proprio attraverso il disfarsi del proprio corpo – di un processo generativo, femminile. Essere il corpo che si è e nient’altro.  La performance è costruita con la tecnica del collage che in qualche modo ricorda la poetica cinese della raccolta di frasi del chu-chu.

Giovedì 28 febbraio, alle ore 19:30, il debutto dello spettacolo sarà preceduto da un incontro su “Filosofia dell’ Animalità a Teatro.”  Interverranno Felice Cimatti, Attilio Scarpellini, Andrea Porcheddu, Sergio Lo Gatto e Riccardo Vannuccini.

 OFELIA O LA MACELLAZIONE DEGLI ANIMALI DOMESTICI fa parte del PROGETTO TRIENNALE
PUAH! A CURA DI RICCARDO VANNUCCINI
Post Umano, Animalitas e Humanitas
Un progetto teatrale triennale sul post-umano  che si ispira alle riflessioni tra gli altri di FELICE CIMATTI, JACQUES DERRIDA, GIORGIO AGAMBEN e ANTONIN ARTAUD e prevede laboratori, performance, incontri dove la lezione artaudiana può essere ripresa in un senso assolutamente attuale di necessità contemporanea.

 Ofelia o la macellazione degli animali domestici
Atto unico durata 70’ circa

Produzione ARTESTUDIO    
Regista assistente MARIA SANDRELLI
Organizzazione ALBA BARTOLI  Coordinamento progetto CATERINA GALLONI

Biglietti: Intero 10E Ridotto 7E+ 3E tessera associativa
Info ArteStudio: info.artestudio@libero.it  3287575388
Ufficio Stampa Maresa Palmacci 348 0803972; palmaccimaresa@gmail.com

 

Venerdì 1 febbraio 2019
PELUCHE A DOUMA/MANGIAMI!
WEGIL Largo Ascianghi 5
dalle ore 20,00 workshop, ore 21,15 performance, ore 22,30 cena a sorpresa

PELUCHE A DOUMA è uno spettacolo che ripercorre scenicamente una giornata a Douma, in Siria, dentro cui convivono in un unico frame i semplici quanto silenziosi gesti quotidiani della mattina con il rumore assordante delle bombe, i palazzi distrutti, i rifugi, e la polvere che alla fine copre ogni cosa, bambini e peluches.

Com’è nello stile di RICCARDO VANNUCCINI, la performance è una narrazione che non vuole sostituirsi alle notizie proposte dai telegiornali o dalla rete, ma che attraverso una serie di esercizi teatrali a tempo di musica fa incontrare – ln un gioco di corpi ed emozioni – bambole e orsacchiotti mettendo così a nudo la tragica e inutile stupidità della guerra.

In scena, cinque quadri di Teatrodanza per altrettante situazioni che dalla Siria arrivano direttamente al Palazzo WeGil. Il risultato è un alternarsi di movimenti teatrali che con ritmo musicale mettono in evidenza bambole e orsacchiotti in un rapido e frenetico susseguirsi di immagini che disvelano l’invisibile orrore della guerra. E il sentimento d’indifferenza che la circonda.

 Precede lo spettacolo un laboratorio gratuito – dalle ore 20.00 alle ore 21.00 – che prelude al lavoro di ArteStudio e alla sua pratica comunicativa. Al laboratorio sono ammessi fino a un massimo di 12 partecipanti.

Al termine dello spettacolo, una CENA A SORPRESA offerta dagli stessi teatranti dedicata al legame antico e indissolubile tra cibo e teatro, dal titolo MANGIAMI!, che ruota intorno a questo tema: «Cucinare è come fare teatro, anzi dalle Baccanti in poi sono le due cose insieme».  

L’evento è stato selezionato attraverso un avviso pubblico dalla Regione Lazio ed è organizzato da ArteStudio con il supporto di LAZIOcrea.

Biglietto unico
spettacolo+cena euro 10.00   prenotazione obbligatoria a: info.artestudio@libero.it

 

Dicembre 2018
UH! WASSERFEST
al MACRO ASILO Via Nizza 138
laboratorio teatrale gratuito
con performance finale condotto da Riccardo Vannuccini 

Riccardo Vannuccini col teatro lavora in Italia e nelle zone di guerra. Nei suoi spettacoli partecipano attori europei e rifugiati provenienti dall’Africa per toccare il bianco e il nero come contagio profano del divieto di toccarsi. Lunghe braccia bianche e grandi mani negre, resistenti all’acqua. Teatro senza spettacolo, temporaneo e senza scontrino, in fuga. Teatro del disordine, che non coincide e che non risolve. Teatro minore che sparisce e che finisce in un bel nulla.
Da martedì 18  a domenica 23 dicembre dalle 14.00 alle 18.00 al MACRO ASILO Via Nizza 138 Roma

per info e iscrizioni: artestudiox@libero.it

 

Dal 15 al 30 dicembre
COMBINAZIONI laboratori e performance a Palazzo Altemps e al Macro Asilo

Una serie di performance che si intrecciano alla collezione di Palazzo Altemps . E ancora laboratori di teatro e danza nei due spazi museali per combinazioni inedite tra antico e moderno, tra arte figurativa, concettuale e performativa.
info: artestudiox@libero.it  fb @Artestudiox 

 

Settembre 2018
Riprendono le attività di Artestudio con numerosi progetti. Partiamo da quelli appena iniziati o ai nastri di partenza:

Il 17 settembre ha preso l’avvio IL GIOCO E LA CURA un progetto dedicato alla disabilità con particolare riferimento all’ambito psichiatrico e realizzato con il cofinanziamento del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità. Il progetto si svilupperà fino a marzo con laboratori teatrali e performance che coinvolgeranno giovani diversamente abili  e giovani studenti delle scuole medie e superiori a Roma e a Viterbo. Una parte del progetto riguarda anche i detenuti del carcere di regina Coeli del cosiddetto “repartino, la sezione  per detenuti con disturbi psichiatrici.
Così il programma:
– RESIDENZA TERAPEUTICA DI CORVIALE a ROMA, via Mazzacurati 23

il LUNEDI ore 10.00 / 12.00. Partecipazione libera;
– SCUOLA BORGONCINI DUCA, a Roma, ISTITUTO SUCCURSALE di VIA MANETTI, il GIOVEDI ore 10.00/12.00. Partecipazione riservata agli alunni della scuola;
– SCUOLA SANTA ROSA a VITERBO, via s.Pietro 27; il MERCOLEDI ore 10.30/12.30. Partecipazione riservata agli alunni della scuola;
GRUPPO IL GIOCO E LA CURA a Viterbo, presso sala in via Santa Maria in Silice, il GIOVEDI ore 15.00/ 17.00. Partecipazione libera;
CARCERE di REGINA COELI, Roma via della Lungara 24, sezione  REPARTO ACCOGLIENZA FRAGILITA’ ACCOMPAGNAMENTO DISAGIO PSICHICO NELLE ISTITUZIONI PENITENZIARIE detta “repartino”. Partecipazione riservata ai detenuti della sezione e ai volontari iscritti al progetto.
I conduttori del progetto sono:
RICCARDO VANNUCCINI
MARIA SANDRELLI
CATERINA GALLONI
MARCO PAPARELLA
IRIS BASILICATA
MARIA CHIARA POZZONI
PAOLO MANGANIELLO
CHIARA PALUMBO
Per informazioni: ALBA BARTOLI, artestudiox@libero.it cell 338 1240457

        

Il 5 ottobre è ricominciato TEATRO A RIGHE, il progetto che stabilmente si svolge al Carcere di Regina Coeli con attività laboratoriali e performative. In questo caso si svolgerà con i detenuti dell’Istituto un laboratorio teatrale per cinque mesi al cui termine sarà presentata una performance finale. Il progetto è realizzato con il cofinanziamento de l’otto per mille della Chiesa Valdese. Gli incontri riservati alla popolazione detenuta si terranno tutti i lunedì dalle 10.00 alle 12.00 presso la sala teatro di Regina Coeli.

                                 

L’8 ottobre è la volta del primo appuntamento di CINEMA A RIGHE 18, la rassegna cinematografica realizzata con il contributo della REGIONE LAZIO giunta alla seconda edizione.
La rassegna è dedicata al cittadino debole, all’ escluso – dal detenuto al disabile psichiatrico, al migrante – intrecciando le storie di queste persone con la storia della nostra Città nell’intento di prevenire la marginalizzazione con lo strumento filmico.  

Il programma sempre a ingresso gratuito si svolge fra il CARCERE GIUDIZIARIO DI REGINA COELI, la CASA CIRCONDARIALE DI LATINAVELLETRI e RIETI– proiezioni riservate alla popolazione detenuta – LA STRUTTURA RESIDENZIALE PSICHIATRICA DI CORVIALE e la LIBRERIA ODRADEK di Roma dall’8 OTTOBRE al 30 NOVEMBRE, con 2 proiezioni in ogni centro affidati per il commento ad un soggetto artistico che condurrà anche un workshop sull’arte del cinema.
Così il programma:

8 OTTOBRE  ore 10.00 DSM CORVIALE                 BENVENUTI AL SUD (2010, Italia) regia Luca Miniero

11 OTTOBRE  ore 16.00 LIBRERIA ODRADEK        BLADE RUNNER 2049 (2017, USA)  regia di Denis Villeneuve

 11 OTTOBRE  ore 19.30   LIBRERIA ODRADEK      WORKING IN SHATILA (2016, Libano)   regia di ArteStudio

15 OTTOBRE  ore 14.30.   CASA CIRCONDARIALE DI LATINA  MAMMA ROMA (1962, Italia) regia di Pier Paolo Pasolini

 22 OTTOBRE  ore 14.30    CASA CIRCONDARIALE LATINA QUALUNQUEMENTE (2011, Italia) regia di G. Manfredonia

 7 NOVEMBRE ore 13.00 CASA CIRCONDARIALE VELLETRI   THE FIGHTER (2010, USA) regia di David O. Russel 

12 NOVEMBRE ore 10.00     DSM CORVIALE               MISSISSIPI BURNING (1988, USA) regia di Alan Parker

 14 NOVEMBRE ore 13.00  ore 15.00. CASA CIRCONDARIALE VELLETRI   DOGMAN (2018, Italia) regia di Matteo Garrone

15 NOVEMBRE ore 15.00  CARCERE REGINA COELI    BLADE RUNNER 2049 (2017, USA) regia di Denis Villeneuve

19 NOVEMBRE  ore 15.00   CARCERE REGINA COELI      GOMORRA (2008, Italia) regia di Matteo Garrone

 20 NOVEMBRE ore 14.30  CASA CIRCONDARIALE RIETI       THE PLACE (2017, Italia) regia di Paolo Genovese

27 NOVEMBRE ore 14.30  CASA CIRCONDARIALE RIETI   AMERICA 1929 (1972, USA) regia di Martin Scorsese

                                               

                                        

A ottobre riparte anche  TEATRO IN FUGA,  dedicato alla comprensione della questione delle migrazioni forzate attraverso lo strumento del teatro, che prevede molteplici attività: dai laboratori alle performance, dai workshop agli showcooking. Il progetto è stato riconosciuto nel calendario italiano dell’anno europeo del patrimonio culturale 2018.

Giovedì 25 ottobre primo appuntamento di Teatro in Fuga 18/19 con un  laboratorio teatrale che si terrà  ogni giovedì a Viterbo dalle 14.30 alle 17.00 presso la palestra Santa Maria della Verità in Via Oslavia 2.

Il laboratorio aperto a giovani migranti, richiedenti asilo, studenti e giovani interessati, prevede un training fisico e vocale volto alla conoscenza base della pratica teatrale, azioni sceniche e improvvisazioni che confluiranno in una performance finale.

              

____________________________________________________________________________________________

Sabato 4 agosto si conclude la sesta edizione della rassegna TEATRO A RIGHE con  DAMASCUS PLAY alle ore 21.00 alla Casa Internazionale delle Donne, via San Francesco di Sales 1a.
Con DAMASCUS PLAY performance con attori provenienti dall’Africa e attori italiani dedicata alle migrazioni forzate, il teatro si fa daccapo strumento di conoscenza, alla greca, e segna nel deserto un rettangolo di gioco e pericolo dove comprendere l’accadimento che sta cambiando il mondo in questo XXI secolo.  DAMASCUS PLAY dopo NO HAMLET PLEASE al TEATRO INDIA di Roma e SABBIA, RESPIRO, AFRICABAR presentati al TEATRO ARGENTINA di ROMA non ha nulla a che vedere col teatro sociale, civile, illustrativo o pedagogico, semmai è un teatro attuale, che quando finge fa davvero.
La regia è di Riccardo Vannuccini che realizza spettacoli sul tema delle migrazioni forzate in Italia e nelle zone di guerra, in Palestina, Libano, Giordania, Iran dove queste performance sono azioni di conoscenza e reportage in forma di appunti scenici.

Teatro a Righe 18 si chiude così dopo un ricco cartellone di eventi, performance , letture bilingue, mostra fotografica, teatro danza, animazione per bambini, visite guidate teatrali,  letture in case private e workshop gratuiti di teatro e di danza.

 

 

Torna TEATRO A RIGHE! Trovi tutto il programma nella sezione “Teatro a Righe”

SESTA EDIZIONE   I MUNICIPIO
8 giugno – 4 agosto   34 eventi          ingresso gratuito

TEATRO, DANZA, PERFORMANCE, APERITIVO SCENICO, SITE SPECIFIC, VISITE TEATRALI WALK ABOUT, WORKSHOP, ANIMAZIONE PER BAMBINI, TEATRO IN CASA E IN STREAMING, MOSTRA FOTOGRAFICA, FACEBOOK COMMUNITY
direzione artistica RICCARDO VANNUCCINI 

CARCERE REGINA COELI – Via Della Lungara, 29
CASA INTERNAZIONALE DONNE – Via S. Francesco di Sales, 1
LIBRERIA ODRADEK – Via Dei Banchi Vecchi, 57
CASE a ROMA in Primo Municipio
PORTA SETTIMIANA per VICOLO DEL MORO, PONTE GARIBALDI, VIA DEI GIUBBONARI, PONTE MAZZINI

Il festival TEATRO A RIGHE giunge alla sua VI edizione. L’iniziativa – realizzata da ArteStudio –  è parte del programma dell’Estate Romana promossa da Roma Capitale Assessorato alla Crescita culturale e realizzata in collaborazione con SIAE.

TEATRO A RIGHE rivoluziona il concetto stesso di ESTATE ROMANA. Cambia tutto: non si tratta di un temporale culturale estivo, ma il dato esplicativo, pubblico, di un intero anno di attività nei luoghi e con le comunità territoriali richiamate dal progetto.
TEATRO A RIGHE intende ROMA come una possibile CITTA’ IDEALE, la CAPITALE CULTURALE D’EUROPA, partendo dalla sua tradizione artistica e reinterpretandola nel contesto degli accadimenti del nostro tempo. Il programma con 34 iniziative tutte a ingresso gratuito, si snoda tra il carcere di Regina Coeli e i luoghi adiacenti come strade, banchine, case, giardini in uno storico quadrilatero urbano e scenico, un palcoscenico ideale che vuole rilanciare la nostra Città verso nuove sfide culturali consentendo ampia e diversa partecipazione.

TEATRO A RIGHE offre un ricco calendario con proposte che spaziano dalla performance teatro+danza+video alla visita guidata con attori, dal workshop in carcere per la popolazione detenuta a quello fuori dal carcere come theatre making dedicato al tema epocale del dialogo interculturale, dal laboratorio per bambini, al teatro in casa e diffuso in streaming via social, dai reading bilingue in libreria, al site specific al femminile fino alle lezioni di danza.

Con le azioni di TEATRO A RIGHE  l’ antica Roma – dal carcere romano, al giardino della Casa Internazionale, spazio storico delle differenza,  dalla libreria Odradek gestita da giovani librai, alle strade storiche e alla banchina del Tevere, fino alle case settecentesche rilanciate come luoghi urbani pubblici attraverso lo streaming – diventa la città del futuro, un luogo di rinascita e di produzione artistica; la nostra CITTA’, una CITTA’ IDEALE recuperando nei fatti  e nell’immaginario di tutti i cittadini, socialità e cultura.

 Ingresso gratuito: per partecipare ai workshop e alle performance in case private  prenotazione obbligatoria a info.artestudio@libero.it, posti limitati.  n.b. le attività in carcere sono riservate alla popolazione detenuta  Info: ufficio stampa Felix 328 7575388 artestudiox@libero.itfb Teatro a Righe e fb Artestudio; twitter @artestudiox; instagram artestudio18;   www.artestudioteatro.it

 

 

TEATRO IN FUGA 18 al Museo Nazionale Romano

TEATRO IN FUGA, il progetto teatrale di ARTESTUDIO coordinato da RICCARDO VANNUCCINI e dedicato alla questione delle migrazioni forzate, entra nel Museo Nazionale Romano.

Domenica 27 maggio e domenica 16 giugno nelle quattro sedi del Museo Nazionale Romano, diretto da Daniela Porro, da PALAZZO ALTEMPS a PALAZZO MASSIMO, da CRYPTA BALBI alle TERME DI DIOCLEZIANO, 7 attori rifugiati che hanno partecipato al laboratorio del progetto, presenteranno la perfomance ESERCIZI PER ATTORI IN UN MUSEO a cura di MARIA SANDRELLI, CATERINA GALLONI e ALBA BARTOLI.

Da richiedenti asilo, i giovani provenienti dall’ Africa,  mischiandosi in scena con alcuni attori italiani, diventano così guide sapienti e autentiche per viaggi in luoghi ancora da immaginare che metteranno assieme la nostra tradizione culturale con nuovi paesaggi dell’ esistenza.

Teatro in Fuga 18 è realizzato con il contributo di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori –  e  in collaborazione con PROGRAMMA INTEGRA, FERRHOTEL-CARITAS ROMA, CITTADINI DEL MONDO, MUSEO NAZIONALE ROMANO, EXPLORA Museo dei Bambini di Roma, REFUGEE THEATRE COMPANY, CIMITERO DELLE BOTTIGLIE, KING KONG TEATRO, RODEZ, MUSES, LE SCARPE DI VAN GOGH e CANE PEZZATO.

COSI’ GLI APPUNTAMENTI
ESERCIZI PER ATTORI IN UN MUSEO in scena nelle quattro sedi del Museo Nazionale Romano:
27 maggio CRYPTA BALBI ore 11.30 – Via delle Botteghe Oscure, 31
27 maggio PALAZZO ALTEMPS ore 15.00 – Piazza di Sant’Apollinare, 46
16 giugno PALAZZO MASSIMO ALLE TERME ore 11.30 – Largo di Villa Peretti, 2
16 giugno TERME DI DIOCLEZIANO ore 15.00 – Viale Enrico de Nicola, 79

Il progetto si concluderà il 22 giugno quando in occasione della giornata mondiale del rifugiato, presso l’Ufficio Immigrazione di Roma Capitale – Via Assisi 39/41 nell’ambito dell’iniziativa “Via Assisi_la conquista dello spazio”, sarà replicato NAUSICAA VALZER FRAMMENTI, spettacolo presentato il 5 maggio a Explora – Museo dei bambini di Roma.

Per assistere allo spettacolo è necessario acquistare il biglietto d’ingresso al Museo

Info: artestudiox@libero.it     info.artestudio@libero.it
programma completo su  www.artestudioteatro.it
seguici su Artestudio FB e twitter @artestudiox instagram @artestudio18

con il contributo di        e    

in collaborazione con                

                                      Ferrhotel-Crs    

______________________________________________________________________________________________________

 

Artestudio è alla Notte dei Musei il 19 maggio all’Ara Pacis dalle ore 20.00 con
PELUCHES A DOUMA, GOUTHA ORIENTALE. Performance di RICCARDO VANNUCCINI
Cinque azioni di teatro danza come fossero un souvenir, un piccolo giocattolo scampato alla guerra.

Con Eva Grieco, Iris Basilicata, Alba Bartoli, Maria Sandrelli, Lars Rohm, Faith Okunbor, Lucky Emmanuel,  Ali Diallo, Alfred Kovadio Koffi, Riccardo Vannuccini.

A cura di ARTESTUDIO con la partecipazione di attori richiedenti asilo provenienti dall’Africa.

 

Prosegue Teatro in Fuga 18
di seguito  il PROGRAMMA dei prossimi appuntamenti


APRILE
Sabato 28 aprile
alle ore 20.00 presso lo S.P.R.A.R. – Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati – di Casacalenda (CAMPOBASSO) va in scena PLAY on the BEACH per la regia di Riccardo Vannuccini con i minori non accompagnati ospiti del centro.

La performance viene a conclusione del workshop teatrale svolto da Riccardo Vannuccini e Eva Grieco nello S.P.R.A.R. gestito dalla cooperativa Koinè e ha coinvolto da gennaio ad aprile 20 richiedenti asilo di età inferiore ai 18 anni.
Il laboratorio scenico ha inteso svolgere un’azione di comprensione riguardo al tema delle migrazioni forzate e favorire una relazione armonica fra locali e stranieri con il workshop presso il centro e con lezioni spettacolo dimostrative nella scuola elementare e nell’Istituto tecnico superiore di Casacalenda.

MAGGIO
sabato 5 maggio
ore 17.00 NAUSICAA VALZER

Museo Explora – Via Flaminia 82 – Roma
performance con 25 attori migranti e richiedenti asilo provenienti dall’Africa e dal Bangladesh
a cura di Alba Bartoli, Maria Sandrelli e Caterina Galloni

Sabato 5 maggio alle ore 17.00 a EXPLORA il Museo dei bambini di Roma – via Flaminia 82, va in scena NAUSICAA VALZER, con i richiedenti asilo di Teatro in Fuga 18,  un progetto dedicato alla comprensione della questione delle migrazioni forzate attraverso lo strumento del teatro, realizzato da Artestudio con il contributo di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori –

Lo spettacolo, frutto di un laboratorio teatrale condotto in tre centri della capitale che si occupano di accoglienza e servizi ai migranti quali Programma Integra, la biblioteca Cittadini del Mondo e lo S.p.r.a.r. Ferrhotel-Caritas Roma, vede la partecipazione di 25 attori migranti ed è dedicato alla figlia del re Alcinoo, la quale accoglie Ulisse nella sua isola dopo un ennesimo naufragio, si prende cura di lui, lo conforta e lo conduce con passo incerto alla certezza della condivisione. La storia di Nausicaa è qui occasione per un teatro indiretto, non dialogico, poetico ed emozionale, che si occupa delle cose indicibili.

Un racconto in 3 quadri o 3 tempi, come il valzer,  che lascia aperto il varco all’indefinito, un balbettio narrativo, per immagini e suggestioni, da cui si intravede, tra le crepe dell’azione, il legaccio che unisce l’espressione artistica e la casualità della vita.

ingresso gratuito allo spettacolo

domenica 27 maggio ESERCIZI PER ATTORI IN UN MUSEO performance con i richiedenti asilo del progetto
ore 11.30 Crypta Balbi –  Via delle Botteghe Oscure, 31
ore 15.30 Palazzo Altemps – Piazza Sant’Apollinare, 76
in collaborazione con Museo Nazionale Romano
ingresso con il biglietto del museo  info.artestudio@libero.it

GIUGNO
sabato 16 giugno 
ESERCIZI PER ATTORI IN UN MUSEO performance con i richiedenti asilo del progetto

ore 11.30 Palazzo Massimo alle Terme  – Largo di Villa Peretti, 2
ore 15.30 Terme di Diocleziano – Viale Enrico De Nicola, 76
in collaborazione con Museo Nazionale Romano
ingresso con il biglietto del museo   info.artestudio@libero.it

venerdì 22 giugno NAUSICAA VALZER FRAMMENTI
ore 17.30 Programma Integra – Ufficio Integrazione di Roma Capitale
Via Assisi 39/41
in occasione della giornata mondiale del rifugiato e nell’ambito della manifestazione “Via Assisi_la conquista dello spazio”
ingresso gratuito

info: artestudiox@libero.it    info.artestudio@libero.it

—————-

Artestudio apre il festival internazionale VOICES:  dal 20 al 22 aprile a Explora, il Museo dei Bambini di Roma, arriva VOICES: festival internazionale di teatro, danza e musica, un evento in tre giorni offerto negli spazi verdi del museo, frutto del progetto europeo Voices of Solidarity (VOICES) co-finanziato dal Programma Europa Creativa. Coordinato dall’agenzia inglese ArtReach LTD, il progetto vede coinvolti, oltre ad Explora di Roma, il CESIE di Palermo, l’Altonale GmbH di Amburgo, e il Teatro Nazionale Radu Stanca di Sibiu.

Programma venerdì 20 aprile

Il Festival si apre con la giornata inaugurale dedicata alle scuole,  Istituzioni e Stampa.

Dalle 10.00 Cantabile Ballabile, il laboratorio della compagnia ArteStudio per coinvolgere i bambini nel mondo del teatro: grazie alla partecipazione di attori professionisti con i quali è possibile simulare esercizi pre-performance dedicati alla voce e al corpo;

Alle 11.45 One Table (And Five Chairs, or Actually Six), una performance-racconto a cura di ArteStudio. La performance porta in scena la ricerca dell’equilibrio in una delicata e coinvolgente metafora tavolo-mondo in cui tavoli e sedie diventano i confini di un mappamondo che ogni volta ridisegna diritti e doveri degli invitati, in un rincorrersi di storie misteriose tra fantasia e immaginazione di un mondo migliore;

Dalle 12.20 Cantabile Ballabile, il laboratorio della compagnia ArteStudio per coinvolgere i bambini nel mondo del teatro: grazie alla partecipazione di attori professionisti con i quali è possibile simulare esercizi pre-performance dedicati alla voce e al corpo.
https://www.mdbr.it/voices-2018/

 

 

Continua il progetto Teatro in Fuga 18.
Dal 5 marzo fino a maggio sono attivi 3 laboratori teatrali sul tema delle migrazioni forzate: tutti i lunedì dalle 10.00 alle 12.00 presso la biblioteca Cittadini del Mondo, Via Opita Oppio 45, tutti i mercoledì dalle ore 14.00 alle 16.00 presso programma Integra Via Assisi, 41, sempre il mercoledì dalle 16.30 alle 18.30 presso Ferrohotel – centro S.P.R.A.R. Caritas in via del Mandrione 301.
Teatro in Fuga 18 è realizzato con il contributo di SIAE
12809603_1714228075527865_2628540243537916824_n

 

sabato 24 febbraio si conclude il progetto ANATTA
sabato 24 febbraio alle ore 17.00 al Museo delle Civiltà – Museo delle Arti e Tradizioni Popolari a conclusione del progetto ANATTA dedicato all’attore sociale –  sarà presentata la performance TEATRO DEL RAMMENDO ovvero esercizi per attori in un Museo a cura di Riccardo Vannuccini con i 12 under 35 partecipanti al progetto condotto da Riccardo Vannuccini, Maria Sandrelli, Caterina Galloni e Alba Bartoli.
La performance lega le azioni sceniche alle sale e alla collezione del Museo.
ingresso gratuito – è gradita la prenotazione
info: artestudiox@libero.it
Page 1_Untitled_Full Bleed

 

martedì 30 gennaio  CARCERE DI REGINA COELI
martedì 30 gennaio alle ore 16.00 al Carcere di Regina Coeli va in scena FRAMMENTI DI UN ROMEO E GIULIETTA con i detenuti della Compagnia Jesse James di Regina Coeli per la regia di Caterina Galloni e Alba Bartoli. La performance è frutto di un laboratorio teatrale realizzato da Artestudio con il contributo del Consiglio Regionale del Lazio – ufficio Garante dei detenuti. Ingresso a inviti
DSC_9230

gennaio /febbraio
per il progetto TEATRO IN FUGA è iniziato il workshop nello S.P.R.A.R. per minori non accompagnati di Casacalenda (CB). Il workshop condotto da Riccardo Vannuccini e Eva Grieco prevede 9 incontri di pratica teatrale con sessioni di training fisico, vocale e prove di messa in scena. 

IMG_3978

gennaio 2018
Riprende anche quest’anno TEATRO IN FUGA, un progetto che si svolge in Italia e all’estero, dedicato alla questione delle migrazioni forzate compresa attraverso lo strumento del teatro.
TEATRO IN FUGA 18, realizzato con il contributo di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori – e in collaborazione con PROGRAMMA INTEGRA, EXPLORA, REFUGEE THEATRE COMPANY, CIMITERO DELLE BOTTIGLIE e CANE PEZZATO, prevede diverse azioni teatrali –  dai laboratori alle performance, dai workshop ai site specific – realizzate con e per i migranti.
Il progetto prende l’avvio con un workshop di 9 incontri nello  S.P.R.A.R. – Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati – di CAMPOBASSO presso la cooperativa KOINE’, nei giorni 15, 16, 17, 27, 28, 29 gennaio e 18, 19 e 20 febbraio, rivolto a minori non accompagnati del Centro.

settembre 2017
Da settembre 17 a febbraio 18, Artestudio realizza il progetto ANATTA  con la Regione Lazio – Assessorato alle Politiche Giovanili e la Presidenza del Consiglio dei Ministri.

ANATTA è  un progetto di teatro sociale dedicato alla figura dell’ ATTORE SOCIALE a cura di RICCARDO VANNUCCINI.
Per ATTORE SOCIALE si intende un attore capace di intervenire con lo strumento del teatro in situazioni di criticità sociale come le zone di guerra, le comunità terapeutiche, il carcere, le periferie, i centri per immigrati in Italia e all’ estero.
In particolare ANATTA realizza un programma dedicato ad un lavoro teatrale che veda assieme i giovani in situazioni di criticità sociale, dai centri per immigrati al carcere, dalla periferia alle comunità terapeutiche per disabili.
Sono attivi da settembre a novembre 2 laboratori, 4 workshop e 3 stage rivolti a giovani under 35 interessati al teatro sociale. Le attività sono costituite da una base teorica e da attività pratiche ed esperienze  sul campo (carcere, comunità psichiatrica, centro per immigrati, scuola, periferia)

locandina anatta 17

 

 

Al via la rassegna cinematografica CINEMA A RIGHE
Dal 21 luglio al 5 agosto 2017  presso il Carcere di Regina Coeli, La Casa Internazionale delle Donne, la libreria Odradek proiezioni di lungo e cortometraggi e  workshop sul mestiere del cinema.

In occasione della rassegna di arti performative TEATRO A RIGHE, presentiamo CINEMA A RIGHE17,  una rassegna realizzata con il contributo della REGIONE LAZIO e dedicata al cittadino debole, all’ escluso – dal detenuto al disabile psichiatrico, al migrante – intrecciando le storie di queste persone con la storia della nostra Città nell’intento di prevenire la marginalizzazione con lo strumento filmico.

Il programma sempre a ingresso gratuito si svolge fra il CARCERE DI REGINA COELI – proiezioni riservate alla popolazione detenuta – LA CASA INTERNAZIONALE DELLE DONNE e la LIBRERIA ODRADEK di Roma dal 21 luglio al 5 agosto, con 12 proiezioni e un workshop di 8 incontri sui mestieri del cinema.  

Apre la rassegna il film LA PAZZA GIOIA di PAOLO VIRZI’ il 21 luglio presso il CARCERE DI REGINA COELI.

Info: artestudiox@libero.it     fb artestudio

CINEMA A RIGHE 17 PROGRAMMA

21 LUGLIO   ore 15.00   CARCERE REGINA COELI   LA PAZZA GIOIA  (2016, Italia) regia Paolo Virzì
25 LUGLIO   ore 15.00   CARCERE REGINA COELI   FUOCAMMARE   (2016, Italia) regia Gianfranco Rosi
27 LUGLIO   ore 15.00    CARCERE REGINA COELI   IN GUERRA PER AMORE (2016, Italia) regia di Pif
04 AGOSTO ore 15.00    CARCERE REGINA COELI   BLACK HAWK DOWN   (2001, Usa) regia di Ridley Scott

22 LUGLIO  ore 22.00      CASA INTERNAZIONALE delle  DONNE  Via San Francesco di Sales 1
INCONTRO CON PIETRO FREDDI, regista e musicista: i miei corti
ARTESTUDIO A TEHERAN, doc 8’; L’ ATTESA, cort, 11’ CONFINI, cort 12’; SABBIA, doc  24’; NUVOLE, cort 13’
TORNA DA ME, cort 20’

23 LUGLIO  ore 22.00  CASA INTERNAZIONALE delle DONNE         INCONTRO CON GIANNI MARTUCCI regista di genere
MILANO DIFENDERSI O MORIRE (Italia, 1977)

24 LUGLIO  ore 22.00  CASA INTERNAZIONALE delle DONNE
INCONTRO CON ANNA BRASI, regista e sceneggiatrice
IL  LINGUAGGIO DELLA DEA, (Italia 2002) di ANNA BRASI E MARIA CHIARA MARTINETTI

29 LUGLIO ore 22.00  CASA INTERNAZIONALE delle DONNE
INCONTRO CON EVA GRIECO, attrice
TEATRO IN FUGA (Italia, 2017) di GAIA DI GIOACCHINO

30 LUGLIO ore 22.00 CASA INTERNAZIONALE delle DONNE
INCONTRO CON RICCARDO VANNUCCINI, regista e autore
SCIMMIA (Italia, 2014)

31 LUGLIO ore 22.00 CASA INTERNAZIONALE delle DONNE
IL CINEMA E L’ALTRO incontro con CEDRIC KASONGO, attore
VENERE NERA (Francia, 2010) di A. KECHIKE

04 AGOSTO ore 17.00 LIBRERIA ODRADEK   Via dei Banchi Vecchi 57
IL CINEMA E ROMA
incontro con LARS ROHM, attore tedesco residente a Roma
ROMA (Italia, 1972) regia FEDERICO FELLINI

05 AGOSTO ore 17.00 LIBRERIA ODRADEK
IL CINEMA E L’ALTRO incontro con  GAIA DI GIOACCHINO,  operatore e montatore video

LA BATTAGLIA DI ALGERI (Italia, 1966) di G.PONTECORVO

info: artestudiox@libero.it   cell 328 7575388   FB Artestudio twitter @artestudiox

locandina

 

 

 

 

TEATRO A RIGHE 2017 un programma ricco di eventi e attività correlate dal 5 luglio al 6 agosto. Consulta il programma nella sezione Progetti/Teatroa Righe

locandina-1

 

 

 

 

Artestudio partecipa al progetto europeo JOURNEYS dedicato a Arte e Migranti con la performance PLAY on THE BEACH presso il Museo EXPLORA di Roma – partner del progetto.
Sabato 1 aprile e domenica 9 aprile ore 11.00 performance PLAY on THE BEACH area esterna MUSEO EXPLORA – Via Flaminia 82
Venerdì 7 aprile ore 10.00 e ore 12.00 lezione spettacolo a cura di Riccardo Vannuccini con la Refugee Theatre Company. Museo EXPLORA

Journeys: Arti visive e Teatro per l’integrazione dei rifugiati

explora 17632049_10155122059099437_39452327247569737_o

TEATRO IN FUGA DA NORD A SUD
Prosegue in tutta Italia l’attività di ARTESTUDIO col progetto TEATRO IN FUGA 17.

Il progetto, realizzato con il contributo di SIAE – Società Italiana degli Autori ed Editori – e in collaborazione con PROGRAMMA INTEGRA, ARMADILLA e CANE PEZZATO, raggiunge numerosi centri S.P.R.A.R. – Sistema Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati – dal nord al sud d’ Italia, dove si svolgeranno  stage sul teatro come strumento di relazione importante fra locali e migranti.

Prossima tappa, dopo la riuscita esperienza allo S.P.R.A.R. di SAN MARTINO IN STRADA (LODI)  presso la COOPERATIVA LE PLEIADI nel mese di marzo, sarà lo S.P.R.A.R. di CAMPOBASSO presso la cooperativa KOINE’ dal 3 al 5 aprile.

Si prosegue fino a luglio con workshop dalla LOMBARDIA alla SICILIA.

Gli STAGE TEATRO IN FUGA a cura di RICCARDO VANNUCCINI sono rivolti ai migranti – in alcuni casi si tratta di minori non accompagnati – agli operatori dei centri SPRAR, ai cittadini del luogo dove insiste il Centro. Attraverso l’azione scenica intesa come spazio di comprensione di fronte agli accadimenti inediti e importanti dell’esistenza si intende affrontare la questione dell’immigrazione e delle migrazioni forzate, tema epocale del nostro tempo.

prossimi appuntamenti:

Trezzano sul Naviglio (MI) 10,11,12 maggio

Alessandria 14,15,16 maggio

Piazza Armerina (EN) 25,26,27 maggio

Bisceglie (BT) 2,3,4 luglio

Cerignola (BA) 5,6,7 luglio

INFO: artestudiox@libero.it

______________________________________

locandina

LIBRI FRAGILI prevede letture di grandi classici come CALVINO, CONRAD, FLAUBERT e molti altri in 5 carceri del Lazio, una comunità terapeutica, un centro per immigrati e una libreria a Roma. Presso il Centro per immigrati  INTEGRA e il carcere di Regina Coeli si realizzano anche 2 seminari di lettura e scrittura, nei quali si propone il FAUST di Goethe nelle due versioni FAUST e URFAUST  e la consultazione di altre opere correlate quali ad esempio il film di Sokurov, con una lettura a più voci e una nuova riscrittura del FAUST a cura dei partecipanti. Il progetto si chiude con un pomeriggio non stop alla libreria ODRADEK di Roma dove è il pubblico a scegliere i libri che gli operatori ARTESTUDIO leggeranno all’impronta.

dove: Casa Circondariale di Latina, di Rieti, di Velletri, Rebibbia Femminile, Carcere di Regina Coeli, DSM Corviale, Centro Programma Integra, vi Assisi 41 Roma

quando: dal 10 gennaio al 31 marzo 2017
programma su  https://ioleggo2017.wordpress.com/informazioni/

LIBRI FRAGILI è un Progetto finanziato con la legge regionale 21 ottobre 2008, n. 16 – Avviso pubblico “IO LEGGO”

logo